Hip hop (genere musicale)

Hip hop
Origini stilistichefunk
disco
musica elettronica
dub
rhythm and blues
reggae
dancehall
rock
jazz
toasting
perfomance poetry
spoken word
scat
talking blues
Origini culturaliStati Uniti d'America (Bronx) anni 1970
Strumenti tipicirapping, batteria, tastiera, sintetizzatore, basso, drum machine, sequencer, campionatore, giradischi, DAW, beatboxing
PopolaritàHa ottenuto popolarità a livello mondiale dagli anni ottanta
Sottogeneri
Alternative hip hop - bounce - chicano rap - Comedy hip hop - Christian hip hop - Conscious hip hop - Crunk - Drum and bass - East Coast hip hop - experimental hip hop - freestyle rap - Gangsta rap - G-funk - Hardcore hip hop - Horrorcore - Industrial hip hop - Instrumental hip hop - Jazz rap - Jerkin' - Miami bass - Midwest hip hop - Nerdcore hip hop - Underground hip hop - Old school hip hop - Pop rap - Country rap - Elettrorap - Hip house - Hip life - Rap rock - Rap metal - Rapcore - Raggamuffin hip hop - Southern hip hop - West Coast hip hop - Trap - Cloud rap - Emo rap - Drill - Boom Bap - Mumble hip hop - political hip hop - hip hop soul - hyphy - neo soul - new jack swing - nu metal - nu metalcore - psychedelic hip hop - rap opera - reggaeton - Atlanta hip hop
Generi derivati
electro - breakbeat - oldschool jungle - trip hop - grime - breakbeat hardcore - neo soul - big beat
Generi correlati
Raggamuffin - Reggaeton
Categorie correlate

Gruppi musicali hip hop · Musicisti hip hop · Album hip hop · EP hip hop · Singoli hip hop · Album video hip hop

La musica hip hop, anche nota come hip hop[1][2] o musica rap,[2][3][4] è un genere musicale nato negli Stati Uniti d'America negli anni settanta, caratterizzato da musica ritmica stilizzata che comunemente accompagna il rapping, un discorso ritmato e cantato in rima.[2] Il genere si è sviluppato come parte della cultura hip hop, una sottocultura definita da quattro elementi stilistici chiave: MCing/rapping, DJing/scratching con giradischi, break dancing e graffitismo.[5][6][7]

Altri elementi includono il campionamento di beat o le linee di basso dei dischi (o basi e suoni sintetizzati) e beatboxing ritmico. Sebbene spesso usato per riferirsi esclusivamente al rapping, «hip hop» denota in modo più appropriato la pratica dell'intera sottocultura.[8][9] Il termine musica hip hop è talvolta usato come sinonimo del termine musica rap,[2][10] anche se il rapping non è un componente richiesto della musica hip hop; il genere può anche incorporare altri elementi della cultura hip hop, tra cui DJing, turntablism, scratching, beatboxing e tracce strumentali.[11][12]

L'hip hop, sia come genere musicale sia come cultura, si è formato durante gli anni 1970, quando i block party diventarono sempre più popolari a New York City, in particolare tra i giovani afro-americani residenti nel Bronx. Tuttavia, la musica hip-hop non è stata registrata ufficialmente per la radio o la televisione fino al 1979, soprattutto a causa della povertà durante la nascita dell'hip-hop e della mancanza di accettazione al di fuori dei quartieri del ghetto.[13] Alle controparti i DJ hanno suonato break percussivi di canzoni popolari usando due giradischi e un mixer per DJ per poter riprodurre break da due copie dello stesso disco, alternando l'una all'altra ed estendendo il «break».[14] La prima evoluzione dell'hip hop si è verificata mentre la tecnologia di campionamento e le drum machine sono diventate ampiamente disponibili e convenienti. Le tecniche del turntablist come scratching e beatmatching, sviluppate insieme ai break e al toasting giamaicano, uno stile vocale cantato, sono state usate sopra le basi. Il rapping si è sviluppato come uno stile vocale in cui l'artista parla o canta ritmicamente a lungo con una base strumentale o sintetizzata. Tra gli artisti degni di nota, ci sono DJ Kool Herc, Grandmaster Flash and The Furious Five, Fab Five Freddy, Marley Marl, Afrika Bambaataa, Kool Moe Dee, Kurtis Blow, Doug E. Fresh, Whodini, Warp 9, The Fat Boys e Spoonie Gee. La canzone Rapper's Delight del gruppo The Sugarhill Gang è ampiamente considerata come la prima registrazione hip hop a ottenere una popolarità diffusa nel mainstream.[15] Gli anni ottanta hanno segnato la diversificazione dell'hip hop in quanto il genere ha sviluppato stili più complessi.[16] Prima degli anni 1980, la musica hip hop era per la maggior parte confinata negli Stati Uniti d'America. Nonostante ciò, durante gli anni ottanta, ha iniziato a diffondersi nelle scene musicali di diversi Paesi, molti dei quali mischiavano l'hip hop con stili locali creando nuovi sottogeneri.

La new school hip hop è stata la seconda ondata di musica hip hop, nata nel periodo 1983-1984 con i primi dischi dei Run-D.M.C. e di LL Cool J. Il periodo della golden age hip hop è stata un'era innovativa tra la metà degli anni ottanta e l'inizio degli anni novanta. Tra gli artisti di spicco di questo periodo sono inclusi Juice Crew, Public Enemy, Eric B. & Rakim, Boogie Down Productions & KRS-One, EPMD, Slick Rick, Beastie Boys, Kool G Rap, Big Daddy Kane, Ultramagnetic MCs, De La Soul e A Tribe Called Quest. Il Gangsta rap è un sottogenere dell'hip hop che spesso si concentra sugli stili di vita violenti e le condizioni impoverite della gioventù afro-americana del centro città. Schoolly D, Ice Cube, Ice-T, N.W.A e i Geto Boys sono tra gli artisti fondatori del genere, conosciuti per aver mischiato il commento politico e sociale del political hip hop con gli elementi criminali e le storie criminali trovate nel gangsta rap.[17] Nello stile della West Coast hip hop, il g-funk ha dominato l'hip hop mainstream per diversi anni durante gli anni novanta con artisti come Snoop Dogg e Dr. Dre. L'East Coast hip hop all'inizio della metà anni novanta era dominato dall'alternative hip hop e dal jazz rap afrocentrico del collettivo Native Tongues così come dall'hardcore hip hop di artisti quali Wu-Tang Clan, Onyx e Mobb Deep. Anche l'East Coast aveva molti artisti gangsta rap tra cui The Notorious B.I.G. e Lil' Kim.

Negli anni novanta, l'hip hop ha iniziato a diversificarsi con altri stili regionali emergenti, come il Southern hip hop e l'Atlanta hip hop. Allo stesso tempo, l'hip hop ha continuato ad essere assimilato ad altri generi di musica popolare, ad esempio il neo soul (con musicisti come Lauryn Hill ed Erykah Badu) e il nu metal (Korn e Limp Bizkit). L'hip hop è diventato un genere di successo commerciale nella metà degli anni novanta e ha il genere più venduto dal 1999. La popolarità della musica hip hop è proseguita negli anni duemila, con influenze hip hop sempre più diffusa nella musica pop commerciale. Gli Stati Uniti videro anche il successo di stili regionali come il crunk (Lil Jon & the East Side Boys, Ying Yang Twins), un sottogenere del southern che enfatizzava i beat e la musica più dei testi. A partire dal 2005, le vendite di musica hip hop negli USA hanno iniziato a calare notevolmente. Durante la metà degli anni duemila, l'alternative hip hop si garantì un posto nel mainstream, dovuto in parte al successo di artisti come Outkast e Kanye West.[18] Tra la fine degli anni duemila e l'inizio degli anni duemiladieci, si fanno notare rapper come Lil Wayne, Soulja Boy, Drake, Nicki Minaj, J. Cole e Kendrick Lamar. Alla fine degli anni duemiladieci s'impone nella musica mainstream un nuovo sottogenere dell'hip hop, la trap, che diviene popolare con artisti come Kodak Black, Travis Scott e Migos.

En otros idiomas
Afrikaans: Hip-hop
Alemannisch: Hip-Hop
aragonés: Hip hop
العربية: هيب هوب
asturianu: Hip hop
azərbaycanca: Hip-hop
Boarisch: Hip Hop
беларуская: Хіп-хоп
беларуская (тарашкевіца)‎: Гіп-гоп
български: Хип-хоп музика
brezhoneg: Hip hop
bosanski: Hip-hop
català: Música rap
čeština: Hip hop
Cymraeg: Hip hop
Deutsch: Hip-Hop
English: Hip hop music
Esperanto: Hiphopo
español: Hip hop
eesti: Hiphop
euskara: Hip hop
suomi: Rap
føroyskt: Hip hop
français: Hip-hop
Frysk: Hiphop
Gaeilge: Rapcheol
贛語: 嘻哈音樂
Gàidhlig: Hip-hop
galego: Hip hop
hrvatski: Hip-hop glazba
magyar: Hiphop
հայերեն: Հիփ հոփ
Bahasa Indonesia: Musik hip hop
Ido: Hip hop
íslenska: Hipphopp
Kabɩyɛ: Hɩpɔpʊ
қазақша: Хип-хоп
한국어: 힙합 음악
Lëtzebuergesch: Hip-Hop
lietuvių: Hiphopas
latviešu: Hiphops
македонски: Хип хоп музика
മലയാളം: റാപ്പ്
Bahasa Melayu: Muzik hip hop
Mirandés: Hip hop
မြန်မာဘာသာ: ဟစ်ဟော့ ဂီတ
Plattdüütsch: Hip-Hop (Musik)
Nedersaksies: Hiphop
Nederlands: Hiphop
occitan: Hip-hop
Ирон: Хип-хоп
Papiamentu: Hip hop
português: Hip hop
română: Muzică hip-hop
русиньскый: Гіп-гоп
srpskohrvatski / српскохрватски: Hip hop
Simple English: Hip hop
slovenčina: Hip-hop (hudba)
slovenščina: Hip-hop
shqip: Hip hop
српски / srpski: Хип хоп
svenska: Hiphopmusik
தமிழ்: ஹிப் ஹாப்
Türkçe: Hip hop müzik
oʻzbekcha/ўзбекча: Hip hop
Tiếng Việt: Hip hop
Wolof: Hip-hop
吴语: 嘻哈音乐
მარგალური: ჰიპ-ჰოპი
ייִדיש: היפ האפ
Yorùbá: Orin hip hop
中文: 嘻哈音樂
Bân-lâm-gú: Hip hop
粵語: Hip hop